VERGIN SANTA

Vergin Santa che accogli benigna
chi t’invoca con tenera fede
volgi lo sguardo dall’alta tua sede
alle preci d’un popol fedel.

Rit. Deh! Proteggi
fra tanti perigli
i tuoi figli,
Regina del ciel. (2 volte)

Tu Maria sei la splendida face
che rischiara il mortale sentiero;
sei la stella che guida il nocchiero
e lo salva dall’onda crudel.

Tu che gli angeli un giorno vedesti
là sul Golgota piangerti accanto
or asciuga dei miseri il pianto,
col materno purissimo vel.

Benedetta fra tutte le genti;
ché sei l’arca d’eterna alleanza
in te posa la nostra speranza
contro l’arti d’un mondo infedel.

A noi mostra pietosa il tuo volto
scenda a noi la tua voce nel cuore
come scende rugiada sul fiore,
e ravviva il suo languido stel.

Ci conforti o Maria la tua grazia
Ch’è rifugio d’ogni anima errante,
ci dia pace nell’ultimo istante,
ci dia gloria immortale nel ciel.