SANTUARIO
BEATA VERGINE MARIA DELLE GRAZIE

Piazza Santuario, 4 - 46010 Grazie di Curtatone (MN) -
Tel. 0376/349002 - Fax 0376/347112
e-mail:
santuariodellegraziecurtatone@gmail.com

Home | Il SantuarioVita del SantuarioIl Canto del SantuarioOrari | Pellegrinaggi | Il Rettore Il Vescovo | Offerte | Eventi | Contatti | Links
Mappa del sito




IL VESCOVO EGIDIO

ALLE GRAZIE



Il Vescovo Monsignor Egidio Caporello - successore del compianto Vescovo Carlo Ferrari (1967-1986) - ha svolto il suo ministero episcopale come Vescovo di Mantova dal settembre 1986 all'ottobre 2007 risiedendo nella città dei Gonzaga.
Successivamente, ha scelto di risiedere negli "appartamenti dei sacerdoti" annessi al Santuario Beata Vergine Maria delle Grazie, in origine sede di convento per diversi ordini religiosi che si sono succeduti nel tempo.
 


Il Vescovo Egidio con il Vescovo Marco


Il Vescovo Egidio con il Vescovo Roberto Busti











+ Egidio Caporello

7 settembre 1986

Dall'Omelia nella circostanza dell'inizio
del suo ministero episcopale a Mantova


Eccomi davanti a voi, con voi, per voi sull'altare. Ma più ancora eccomi con voi e per voi davanti al Padre, per condividere nell'Eucaristia l'infinita passione di Cristo Gesù, nell'unico spirito che fa di noi un solo corpo, con la sola speranza della nostra vocazione, con un solo Signore, un solo Battesimo, un solo Dio e Padre di tutti, al di sopra di tutti, presente in tutti (cfr. Ef 4, 4-6).

Per il testo completo dell'Omelia clicca sulle immagini sottostanti









PREGHIERA A MARIA



Al Tuo cuore amabile ci affidiamo,
umile e alta più che creatura.
Accogli affetti, trepidazioni e suppliche
che da sempre a Te rivolgiamo.

Ave, o piena di grazia,
o benedetta fra tutte le donne
o beata che hai creduto!

E benedetto il frutto del Tuo seno, Gesù!

Pellegrina per la Tua fede da Nazareth,
a Betlemme, a Cana tra gli sposi,
sempre sui passi del Tuo Figlio
fin sotto la Croce,
e nel Cenacolo con la Chiesa nascente,
Madre di Cristo, prega per noi!

Lontani dal Figlio Tuo
non andremo lontano.
Sostieni
i nostri passi di pellegrini quaggiù sulla via di una fede
più pura e più coraggiosa,
più amante di Dio sopra ogni cosa,
più premurosa per le nostre famiglie, premurosa per la Chiesa,
premurosa per il nostro Paese
e per il mondo.

Insegnaci o Maria a vivere,
per Cristo con Cristo e in Cristo,
in quotidiano abbandono alle buone mani
di Dio nostro Padre.
Aiutaci a vivere volentieri con tutti,
là dove il Signore nostro Dio
ci chiama a vivere,
fatti noi pure testimoni credibili e lieti
di verità e di vita,
di perdono, di santità
e di grazia,
di giustizia, di amore e di pace.


+ Egidio Caporello







PENSIAMO AL NOSTRO FUTURO



Pensiamo al nostro futuro.
E il nostro futuro incomincia oggi.


Oggi guardiamo nei tuoi occhi, o Madre!
O Maria, che hai visto a Cana di Galilea
che "non hanno più vino".


O Maria! Eppure tu conosci
tutto ciò che ci manca!
Tutto ciò che ci duole.
Tu conosci le nostre sofferenze,
le nostre colpe e le nostre aspirazioni.

Parla al Figlio!

Parla al Figlio del nostro difficile "oggi".
Parla del nostro difficile "oggi" a questo Cristo, che siamo venuti ad invitare
per tutto il nostro avvenire.
Quest'avvenire incomincia "oggi",
ed esso dipende
da come sarà il nostro "oggi".


A Cana di Galilea,
quando è venuto a mancare il vino,
tu hai detto ai servi, additando Cristo:
"Fate quello che vi dirà".

Pronunzia queste parole anche a noi!
Pronunziale sempre!
Pronunziale instancabilmente!

O Madre di quel Cristo,
che è Signore del secolo futuro ...


E fa' sì che noi,
in questo nostro difficile "oggi",
ascoltiamo il tuo Figlio.
Che l'ascoltiamo giorno dopo giorno
e opera dopo opera.
Che lo ascoltiamo anche quando
Egli dice cose difficili ed esigenti.
Da chi andremo?
Egli ha parole di vita eterna!


Il Vangelo è la gioia della fatica,
ed è insieme la fatica della gioia
e della salvezza.


O Madre! Aiutaci a passare,
con il Vangelo nel cuore,
attraverso il nostro difficile "oggi"
verso l'avvenire,
nel quale abbiamo invitato Cristo.


Aiutaci a passare attraverso il nostro difficile "oggi"
verso quell'avvenire nel quale abbiamo invitato anche Cristo, il Principe della Pace.


Giovanni Paolo II


SANTUARIO BEATA VERGINE MARIA DELLE GRAZIE - C.F. 80006530200